.
Annunci online

lalessia Una nuova avventura con un nuovo blog
Fine del workshop
post pubblicato in diario, il 28 marzo 2010

Venerdì è terminato il workshop "Progettare per modelli". Quest'anno, a differenza di quello passato, non ci saranno altri workshop, l'anno scorso ce n'erano stati due, uno a metà gennaio e l'altro a metà marzo, per cui se a gennaio avevo scelto un tema, a maggio ci si scambiava i posti e io potevo frequentare l'altro corso. A volte ho l'impressione che si imparano più cose in una settimana intensa di workshop che in quattro mesi di blocco didattico. Questo è il risultato di cinque giorni di lavoro del nostro gruppo. Attenzione: il mouse è un prototipo in resina epossidica e poliestere, quindi non funzionante! Trattasi solo di un modello dimostrativo.

Questo invece è mio, tutto mio, il mio mouse, quello che ho voluto creare solo con le mie manine perché non ero molto contenta di come stava procedendo il modello del gruppo, avevo un'idea di mouse in testa e per fortuna il docente mi ha permesso di realizzarla, anche perché in cinque su un prototipo non si lavora un granché, non possiamo mica metterci a passare la carta vetrata tutti e cinque nello stesso momento! Così gli ultimi due giorni mi sono dedicata al mio toponzio adorato, I love you topo!

Da domani si ritorna al normale svolgimento delle lezioni, nuovo blocco didattico, nuovi insegnanti (o quasi). Altro giro, altra corsa!

Settimana di workshop
post pubblicato in diario, il 25 marzo 2010
La settimana è quasi al termine, e così il workshop che ho scelto di frequentare tra i due disponibili: "Raccontare un oggetto" e "Progettare per modelli". Premesso che mi sarebbe stato utile frequentare entrambi, io ho scelto il secondo e, nonostante la settimana scorsa fossi un po' scettica, adesso posso dirmi soddisfatta della scelta che ho fatto. La sera torno a casa con la consapevolezza di aver imparato qualcosa e di non essere stata con le mani in mano. Tema del workshop "Progettare per modelli" è: realizzare il prototipo di un mouse. Il docente è una persona disponibilissima, pronta ad aiutarti e a consigliarti su come lavorare meglio il materiale (in questo caso poliestere ad alta densità e resine epossidiche) per realizzare il prototipo. La cosa più bella però secondo me è non usare il computer, creare qualcosa esclusivamente con le tue mani e la tua abilità, senza dover stare a litigare con il computer perché non vuole saperne di funzionare oppure non fa le cose come vuoi tu. Mi piace lavorare con le mie mani, vedere la forma che nasce lentamente, ci vuole tempo, lavoro e pazienza ma credo che il risultato ne valga davvero la pena. Mi piace questa esperienza.
Sfoglia febbraio        aprile